Vai al contenuto

C0ME PENSARE PIU’ IN GRANDE

Tempo di lettura 10 Minuti

Nello scorso articolo abbiamo iniziato a lanciare la sfida del pensare più in grande, oggi proviamo a spiegare in modo più concreto C0ME PENSARE PIU’ IN GRANDE.

Perciò vi dico:

tutte le cose che voi domanderete pregando,

CREDETE che le avete ricevute

e voi le OTTERRETE.

Vangelo di Marco 11:24

Ci eravamo lasciati con questa citazione che, pur essendo estrapolata dalla Bibbia, non ha a che fare con la religione, bensì con la fede. Infatti questo è il primo passo assolutamente necessario per poter imparare a pensare più in grande.

I 9 PASSI PER IMPARARE C0ME PENSARE PIU’ IN GRANDE:

paper g64755dc37 1920
C0ME PENSARE PIU' IN GRANDE 11

1) Credi di poter ottenere e lo avrai.

Credere veramente è il primo passo. Se tu stesso non credi in quello che desideri non puoi raggiungere nulla; pensare e desiderare non bastano, bisogna allineare mente e cuore, quindi credere.

La convinzione insieme al desiderio profondo che è possibile ottenere grandi cose nella vita , può farti ottenere grandi cose nella vita. Ho specificato SE VUOI per una semplice ragione , convinzione desiderio non sono la stessa cosa. Se vogliamo ottenere qualcosa e crediamo di poterlo raggiungere , allora lo realizzeremo. Non importa ciò che vogliamo raggiungere nella nostra vita , dobbiamo prima credere che sia possibile.

Soffermati quindi  su ciò che davvero vuoi in questo momento della tua vita , può essere qualsiasi cosa, non hai limiti, e non iniziare a pensare che sia impossibile per questo o quell’altro motivo, se lo fai è solo perché hai paura del fallimento e di illuderti inutilmente; quindi metti le mani avanti così se accade che fallisci puoi dire “lo sapevo, ero già pronto”.

Tutto è possibile se crediamo che sia possibile. Se non crediamo non si crea nulla infatti le credenze funzionano in entrambi i versi, e l’incredulità crea potere negativo, distruttivo.

Quando la mente dubita o non crede , attiva motivazioni logiche e di buon senso  per sostenere il dubbio e l’incredulità (la profezia che si auto avvera). L’incredulità, i dubbi, nessuna sete di curiosità sono tutti responsabili della maggior parte dei fallimenti. Se pensi di non poterlo fare , troverai sempre dei motivi per cui non lo farai. Se pensi di poterlo fare, troverai dei modi per farlo.

Ho provato, ho fallito.

Non discutere.

Fallisci ancora.

Fallisci meglio.

Samuel Beckett

failure ga4215ed49 1920
C0ME PENSARE PIU' IN GRANDE 12

2) Guarisci te stesso dalla paura del fallimento.

Se hai una scusa per tutto, dici spesso che sei troppo giovane per…. oppure che non l’hai mai fatto prima…. o che sei troppo vecchio per iniziare a…., questi sono solo alibi. Più una persona ha successo, meno scuse trova. Le persone che pensano più in grande non sprecano tempo ed energie per creare scuse , credono che sia possibile, e trovano i modi per far accadere le cose.

Un elemento che personalmente mi aiuta è ricordare a me stessa continuamente che viviamo in un universo di cause ed effetti, le nostre azioni accumulate nel tempo portano a quasi tutto quello che accadrà nella nostra vita. La fortuna ha ben poco a che fare con il successo o meno, è tutto basato sulle azioni che adottiamo , quindi sulle credenze e i pensieri che abbiamo quotidianamente.

Questa è una grande notizia, significa che non siamo barchette alla deriva in un mare di circostanze, noi ne siamo i creatori, il nostro destino è deciso da noi stessi. Possiamo scegliere le azioni che facciamo quotidianamente e queste ci porteranno in una direzione o in un’altra in base alla nostra scelta.

Un modo efficace è pensare ed agire come se fossimo già nello stato desiderato. Un altro ancora semplice è individuare un modello di come vogliamo essere e imitarlo, fino a quando non diventeremo quel modello. Attenzione, come se…. Non significa far finta, un attore da Oscar non fa finta, bensì diventa il suo personaggio, sente, vede, prova come quel personaggio, altrimenti è solo uno scimmiottare, essere un grande bluff, e questo non porta nulla.

3) Non sottovalutarti.

La maggior parte delle persone pensa in modo troppo critico e giudica soprattutto sé stessa. I più pensano di non poter fare questo o quello, si vedono più deboli di quanto sono e hanno una bassa autostima. La maggior parte delle persone pensa di non essere qualificata , che altri sono più intelligenti, che altri sono più adatti, o che sarebbero derisi per aver pensato di essere abbastanza bravi per un simile lavoro.

Come risultato, la maggior parte delle persone non ci prova nemmeno. Sicuramente anche tu conosci persone che sono molto meno preparate di te ma che hanno un lavoro e una paga migliore, questo succede perché loro non si sottovalutano, perchè hanno più stima in loro stessi, più fiducia nelle loro abilità e hanno una migliore immagine di sé. Non sottovalutano sé sessi e non sopravalutano gli altri.

 La buona notizia è che puoi farlo anche tu, devi solo renderti conto che sei più grande di quanto pensi. Lo so, potresti finire all’inferno per peccato di presunzione, insomma, dove è finita la così tanto osannata umiltà? Non sottovalutarti non significa essere presuntuosi, ma come diceva mia nonna dare a Cesare ciò che è di Cesare. Siamo pronti ad elogiare gli altri per i loro meriti, a incoraggiarli nei loro progetti, allora perché proprio con noi stessi non dobbiamo avere la stessa accortezza. Non sottovalutarsi è il primo passo per imparare ad amarsi e rispettarsi, se noi rispettiamo noi stessi anche l’universo lo farà. Ma se noi non ci rispettiamo, perché dovrebbero farlo gli altri?

Le parole hanno il potere

di distruggere e di creare.

Quando le parole

sono sincere e gentili

possono cambiare il mondo.

Buddha

4) Usa parole propositive, luminose, e costruttive.

La nostra mente pensa in immagini, le parole che usiamo sono tradotte in immagini dalla mente. Quando diciamo stupida capra (citazione sgarbiniana), la nostra mente ci mostra l’immagine di una capra che fa cose stupide; persino quando pensiamo concetti astratti li traduciamo con immagini: felicità potrebbe suscitare l’immagine di un bimbo che ride, per esempio. Questo concetto è così importante perché ciò significa che dobbiamo scegliere le nostre parole con molta attenzione.

Se senti la parola problema, immagini qualcosa di complesso e difficile da risolvere, ma se usi la parola sfida la tua mente crea immagini di qualcosa di eccitante, sportivo, divertente. Se usi la parola provare, ti viene in mente che forse ciò che devi fare  non è così importante, che farai del tuo meglio, ma alla fine non si tratta di una situazione di vita o di morte.

do something great g5a2882a99 1920
C0ME PENSARE PIU' IN GRANDE 13

Sembra strano ma c’è una enorme differenza tra il dire “lo farò” e “proverò a farlo”, solo il semplice tentativo di fare qualcosa viene percepito come un fastidio. Il verbo provare quasi presuppone che molto probabilmente falliremo, il dubbio è forte.

Come puoi usare il potere delle parole e delle immagini mentali ? Ecco tre modi:

·       In primo luogo limita di proposito l’uso di determinate parole come provare, cattivo, ma, però, bisogno, ecc.

·       Usa solo parole positive, per descrivere il tuo stato d’animo e i tuoi sentimenti. Se qualcuno ti chiede come stai, non sottolineare che sei stanco o altro, questo crea immagini terribili nella tua mente e in quella della persona che ti ha chiesto come stai. Invece sottolinea gli aspetti positivi, queste parole creeranno molte più immagini ed emozioni piacevoli.

·       Usa parole positive quando parli con o di altre persone , cerca di creare immagini piacevoli delle altre persone. Queste parole positive creeranno immagini positive nella tua mente e in quella di chi ascolta. L’altra persona inizierà ad associarti a questi buoni sentimenti, che è un ulteriore vantaggio. Le parole hanno un grande potere, le parole grandi, luminose e fantastiche creano sentimenti positivi quindi sarà vantaggioso per te iniziare a usare parole positive e farla diventare un’abitudine che migliorerà l’umore a te e a chi ti è vicino .

Chi parla male

Pensa male

E vive male.

Nanni Moretti

5) Parla a te stesso in modo positivo.

Valuta come parli a te stesso. Ti dici che sei una forza da non sottovalutare, che otterrai grandi cose nella vita, che sei destinato alla grandezza….oppure ti stai sminuendo, ti dici che non sei abbastanza bravo e che sei un fallimento, che non otterrai mai molto. La maggior parte di noi purtroppo parla a sé stesso in modo negativo e non è nemmeno colpa nostra, non ci è mai stato insegnato a farlo in modo diverso, anzi spesso ci è stato detto che siamo dei perdenti, dei falliti e noi continuiamo a ripetercelo.

 Come si può cambiare questo atteggiamento? Attraverso lo stesso dialogo interiore, il parlare a sé stessi. Rivolgi parole positive a te, usa frasi di ottimismo verso quello che sei e quello che fai. Fai finta di dover vendere te stesso a te stesso, fai finta di dover fare un breve discorso che metta in evidenza le tue qualità. Per questo punto invito a leggere un mio articolo: Impara a parlarti.

buddha g92cdf1cd8 1920
C0ME PENSARE PIU' IN GRANDE 14

6) Monitora il tuo modo di pensare.

Un buon modo per imparare a pensare in grande è monitorare i tuoi pensieri quotidiani , soprattutto davanti alle difficoltà. Valuta quali sono i tuoi pensieri prima di un compito importante, e individua che tipo di pensieri fai. Dopo chiedi a te stesso se è così che una persona di successo , positiva e fiduciosa parlerebbe. Sicuramente no. Dovremmo migliorare il nostro modo di pensare e iniziare a sostituire i pensieri negativi con pensieri più positivi e migliori.

Cambiare i nostri pensieri non è così immediato e facile, occorre allenamento. Allora inizia con il monitoraggio e prova a chiederti, prima di prendere una decisione o di agire “la migliore versione di me stesso farebbe questo?”. Rispondi con sincerità.  Penserai in grande e prenderai decisioni migliori nella tua vita usando questo metodo.

La vita è per il 10%

cosa ti accade

E per il 90%

come reagisci.

Charles R. Swindoll

idea g8b001a9ea 1920
C0ME PENSARE PIU' IN GRANDE 15

7) Passa all’azione.

Le persone di successo sono attive, se aspetti l’opportunità perfetta, il momento perfetto, le circostanze perfette, aspetti di essere perfettamente preparato e pronto…..non riuscirai mai a fare niente. Accetta che non sarà mai perfetto. Nessuno sarà mai sicuro al 100% se una cosa avrà successo o no, ma per andare avanti nella vita dobbiamo imparare a compiere azioni imperfette e far accadere le cose.

Se abbiamo degli obiettivi che vogliamo raggiungere è importante agire e andare verso il raggiungimento di questi obiettivi. Non ci aiuterà analizzare troppo, elaborare piani troppo dettagliati e troppo teorici, o procrastinare (leggete l’articolo su questo argomento) con la scusa di prepararci meglio. Ogni volta che proviamo qualcosa di nuovo non siamo subito bravi, eppure se non iniziamo mai come potremmo mai migliorare. Abbiamo bisogno di pratica, per correggere e andare avanti più velocemente.

L’energia e la persistenza

conquistano tutte le cose.

Benjamin Franklin

8) Mescola persistenza e sperimentazione

Questi due ingredienti garantiscono il successo. Edison ha fallito più di 1000 volte prima che la prima lampadina funzionasse. E’ rimasto sul suo obiettivo senza sbattere la testa contro il muro quando qualcosa andava storto, bensì provava e riprovava nuovi approcci, fino a quando non ha trovato quello giusto.

Qualunque sia l’obiettivo che hai nella vita crea un piano per raggiungerlo e inizia a lavorare su quel piano. Ricorda, sei una persona che fa accadere le cose. Se raggiungi il tuo obiettivo al primo colpo bene, altrimenti non mollare, crea un nuovo piano, nuovi approcci e riprova.

9) Stabilisci obiettivi per aiutarti a crescere.

Niente accade fino a quando non viene stabilito un obiettivo. Senza obiettivi stai lasciando la tua vita in mano al caso. Se non sai cosa vuoi dalla vita, come puoi ottenerlo. Se non sai dove stai andando come fai a sapere se sei arrivato.

Se hai obiettivi chiari, puoi facilmente giudicare se ti stai avvicinando o allontanando dal tuo obiettivo. Una volta che hai un obiettivo chiaro , hai un percorso da fare ogni giorno, uno scopo. Avere un percorso da seguire ti consente di focalizzare i tuoi sforzi verso una direzione, invece di essere sviato e disperdere tempo ed energie. Avere uno scopo chiaro nella vita è ciò che le da significato, è ciò che ti fa svegliare la mattina con la voglia di fare. Una vita senza scopo è vuota, non ha senso ed è sprecata.

Concludo con un passo di uno dei miei libri preferiti, Alice nel paese delle meraviglie.

Un giorno Alice arrivò ad un bivio sulla strada e vide lo Stregatto sull’albero.

“Che strada devo prendere?” Chiese.

La risposta fu una domanda:” Dove vuoi andare?”

“Non lo so” Rispose Alice.

“Allora” disse lo Stregatto “importa poco che strada prendi”.